domenica 18 aprile 2010

Lezione 1 (16/04/2010)

L'addestramento è iniziato!

Come nella miglior scena tratta dal film "Full Metal Jacket", il nostro sergente maggiore Alfonso (cugino buono del noto Hartman) passa in rassegna le nuove reclute del suo corso di 'Informatica applicata al giornalismo' (scoprendo con sorpresa l'obbligatorietà dello stesso all'interno del nostro piano di studi).

L'approccio è ovviamente diverso, nel segno della più totale cordialità, ma il risultato è lo stesso: colui al quale sarà affidata parte della nostra crescita professionale, ci fa notare quanto le nostre idee siano vaghe al momento di rispondere alla domanda "cosa vorresti fare da grande?". Le nostre risposte sono generiche ed evidenziano una scarsa conoscenza dei mondi che un giorno, in futuro, vorremmo far nostri.

Ma non importa. In fondo la nostra preparazione è appena iniziata. Oppure no? Non è la prima volta, infatti, che i nostri prof ci sottolineano quanto avere le idee chiare, in un mondo sempre più dinamico, competitivo e concorrenziale, sia fondamentale per poter prendere con decisione la nostra strada, formarsi al meglio e tenersi al passo con l'evoluzione delle cose per restare a galla il più a lungo possibile. Molti di loro alla nostra età erano già professionisti dell'Informazione. Si dirà che i tempi sono cambiati, ma cosa dire allora di quel ragazzo americano che, ricoverato in ospedale, non ha trovato modo migliore di impiegare il suo tempo che inventarsi una nuova 'ap' (=application) per iPhone, guadagnando migliaia di dollari?

Prendiamo dunque questa 'imposizione' di creare un blog (forma di comunicazione forse ormai superata dai recenti exploit di Facebook/Twitter, ma pur sempre in voga come spazio personale in cui ritagliarsi il proprio 'angolo di mondo' e condividerlo col maggior numero di persone possibile) semplicemente come una 'spinta ad agire', a provare, a buttarsi, a ricercare e sfruttare ogni possibilità e occasione di imparare qualcosa che in futuro potrebbe esserci utile. Perché è questo, alla fine, ciò che i prof. Triani-Gavazzoli-Tarantino-Alfonso hanno provato, in modi diversi, a farci capire: "tutto ciò che mi potrà servire mi deve interessare..."

Nessun commento:

Posta un commento